post

Casertano, nuovo allenatore dei 2008: “La Vivace rappresenta la storia del calcio ai Castelli Romani”

Abbiamo intervistato Alessandro Casertano, nuovo allenatore dei 2008 della Vivace.

Cosa rappresenta per lei la Vivace Grottaferrata?

La Vivace rappresenta la storia del calcio ai Castelli Romani ed avere avuto l’opportunità di poter lavorare qui mi riempie di orgoglio. Già la scorsa estate c’era stato qualche contatto con la dirigenza, l’appuntamento a quanto pare era stato solo rimandato di un anno. Le prime impressioni sono state ottime sia per quanto riguarda la professionalità sia per l’accoglienza ricevuta; mi sono sentito subito “a casa”.

Quali sono gli obiettivi che la Vivace Grottaferrata si prefigge per i giovani?

L’obiettivo principale della Vivace è quello di mantenere e migliorare un ottimo settore giovanile, che possa magari in futuro fornire più giocatori possibili alla prima squadra. Puntiamo a creare un forte senso di appartenenza anche con i nuovi arrivati; credo che la partecipazione e la collaborazione da parte di tutti sia fondamentale per una società dilettantistica.

Quali sono gli aspetti su cui si punta di più nell’allenare ragazzi giovanissimi?

Per quello che riguarda il mio gruppo (U14 regionale fascia b) penso sia fondamentale dare una continuità all’ottimo lavoro fatto negli anni precedenti. C’è troppo spesso una sterzata troppo netta fra ultimo anno esordienti e il passaggio nell’agonistica dove viene messo il risultato davanti a tutto. Ovvio che provare a vincere piace a tutti, e non nascondo che questo gruppo ha tutte le carte in regola per fare bene, ma questo non deve mai andare a discapito della crescita individuale di ogni singolo ragazzo.

post

Massimiliano Matrullo (allenatore 2006): “Voglio creare un serbatoio per la prima squadra”

Abbiamo intervistato Massimiliano Matrullo, nuovo allenatore dei 2006 della Vivace Grottaferrata.

Cosa rappresenta per lei la Vivace Grottaferrata?

In passato sono stato un giocatore della Vivace Grottaferrata e tornare qui per me è un motivo di orgoglio.

Quali sono gli obiettivi che la Vivace Grottaferrata si prefigge per i giovani?

I ragazzi vengono da un periodo di lunga inattività a causa del Covid, il mio primo obiettivo è quello di portare entusiasmo e far avvicinare quei ragazzi che si sono allontanati e chiusi.

Quali sono gli aspetti su cui si punta di più nell’allenare ragazzi giovanissimi?

L’aspetto più importante per i ragazzi é quello di puntare in alto, voglio creare un serbatoio per la prima squadra e solo con l’impegnato e abnegazione si può arrivare a fare bene. Il mio credo calcistico è quello di provare sempre a giocare in modo organizzato, questo lo puoi fare solo partendo dai ragazzi giovanissimi.