post

Gabriele Pansera (2002): siamo un gruppo molto unito

Abbiamo intervistato Gabriele Pansera, classe 2002, nuovo acquisto della Vivace Grottaferrata, a segno nel pareggio per tre a tre contro il Valmontone.

Qual è stato il tuo percorso calcistico prima di approdare alla Vivace?

Ho iniziato a giocare a calcio nel settore giovanile del Rocca di Papa, poi sono passato alla Lepanto Marino dove ho fatto i giovanissimi regionali, ma a metà anno ho continuato a giocare al Città di Ciampino. Successivamente è arrivata la chiamata dell’Urbetevere dove ho concluso l’anno. Subito dopo sono passato alla Tor Tre Teste dove ho vinto un campionato regionale togliendomi molte soddisfazioni. Ed infine lo scorso gennaio sono arrivato alla Lupa Frascati.

Come ti sei inserito nel nuovo ambiente?

Mi sono sentito accolto subito dalla squadra, sia dai più esperti che dai giovani come me. Siamo un gruppo molto unito tra di noi e questa è una cosa molto importante.

Qualche settimana fa hai realizzato il tuo primo gol con la maglia biancorossa. Che emozione è stata?

Qualche settimana fa ho realizzato il mio primo gol con questa maglia, ma è stato anche il mio primo gol tra i grandi. È stata una grande emozione anche perché non giocavo una partita ufficiale da quasi due anni. Il gol è stato cercato e sono molto contento che sia arrivato allo scadere dei novanta minuti perché recuperare una partita all’ultimo non è da tutti. Questo significa che la squadra ci ha messo cuore per riprenderla.

post

Tris del Vicovaro, la Vivace perde in casa

Brutta battuta d’arresto per la Vivace Grottaferrata che nel turno infrasettimanale del girone D del campionato di Promozione perde in casa per tre a zero contro il Vicovaro.

Di Loreti, Taverna e Timperi le reti degli ospiti. Con questa sconfitta la squadra biancorossa resta ferma a quota 12 punti in classifica.

Domenica 5 dicembre, per la decima giornata, gli uomini di mister gIoacchini saranno impegnati sul campo del Rocca Priora.

post

Foto d’epoca ricevuta dal sig. Giuseppe

Dopo il nostro appello ad inviarci testimonianze utili per la realizzazione del libro che celebrerà il centenario della Vivace, Giuseppe, papà di un esordiente biancorosso, ci ha inviato questa foto d’epoca della nostra gloriosa squadra.

Ringraziando Giuseppe, ricordiamo che potete inviare le vostre testimonianze a storia@vivacegrottaferrata.it

post

Doppietta di Parroni, la Vivace pareggia 3 a 3 in casa del Valmontone

L’ottava giornata del campionato di Promozione regala un pirotecnico pareggio tra Città di Valmontone e Vivace Grottaferrata.

Parroni porta in vantaggio la Vivace su calcio di rigore nel primo tempo. Nella ripresa Parroni sigla la sua personale doppietta e porta gli ospiti sul due a zero. Ma i padroni di casa ribaltano il punteggio grazie alle reti di Colaiori, Barani e Sarnino. Pansera, sugli sviluppi di un calcio piazzato battuto da Parroni, trova il gol del definitivo tre a tre.

La squadra di mister Gioacchini torna a Grotaferrata con un buon punto, che la porta a quota 12 in classifica. Domenica prossima la Vivace ospiterà il Vicovaro.

post

La prima partita in Promozione di Veloccia: “Sono stato contento di essere entrato e di aver potuto dare una mano alla squadra”

Abbiamo intervistato il nostro classe 2003 Jacopo Veloccia, che già ha esordito in Promozione.

Ci racconti il tuo esordio in Promozione?

Il mio esordio in promozione è stato sicuramente emozionante, non pensavo arrivasse domenica, ma sono stato contento di essere entrato e di aver potuto dare una mano alla squadra.

Che rapporto hai con i componenti meno giovani della prima squadra?

Con i ragazzi più grandi ho instaurato un bel rapporto. Noi più piccoli da loro possiamo solo apprendere, quindi il potermi confrontare con persone che hanno più esperienza di me e che giocano a questo sport da molto prima di me è solo un bene che mi farà crescere sia sotto il punto di vista calcistico che di maturazione.

Quanto è importante sentire la fiducia da parte del mister?

La fiducia da parte del mister a mio parere è importante, sentirsi parte integrante di un gruppo e non solo un numero è ciò che fa la differenza sotto il punto di vista mentale, poi starà a me farmi trovare pronto nel momento in cui sarò chiamato in causa.

post

Santarelli e l’esordio in Promozione: “Non mi aspettavo di entrare”

Abbiamo intervistato il nostro Federico Santarelli, classe 2003, che ha esordito nel campionato di Promozione.

Ci racconti il tuo esordio in Promozione?

Il mio esordio, anche se molto breve, dato che sono entrato negli ultimi minuti, è stato molto bello anche perché non mi aspettavo di entrare, poiché il giorno prima avevo fatto tutti i 90 minuti con la Juniores. Sono stato molto contento che il mister mi abbia dato fiducia, sono entrato e ho fatto quello che dovevo fare, ho aiutato la squadra sia in attacco che in difesa e ho fatto del mio meglio, come ho fatto anche nell’esordio in Coppa Italia qualche mese fa contro la Bi.Ti.

Quanto è importante sentire la fiducia da parte del mister?

Penso che la fiducia vada conquistata allenandosi bene e con la giusta testa. In ogni allenamento do il 100% e vedo che il mister se ne accorge. La fiducia che mi ha dato domenica e anche in altre occasioni mi spinge sempre più a fare meglio. Ho ancora tanto da imparare sotto il punto di vista tattico, ma con i suoi insegnamenti e continuando cosi posso migliorare tanto.

Che rapporto hai con i componenti meno giovani della prima squadra?

Con la squadra rido e scherzo con tutti sia nello spogliatoio che in campo. Anche con i compagni più “esperti” parlo molto tranquillamente e chiedo sempre anche consigli sulla tattica o su come stare in campo, da loro posso imparare tanto per fare sempre meglio.

post

I 2008 a punteggio pieno, Casertano: “Siamo un gruppo numeroso e con tanta qualità”

Abbiamo intervistato Alessandro Casertano, allenatore dei 2008 della Vivace, a punteggio pieno in questa stagione.

Cinque vittorie su cinque. Ci racconti come è stato questo inizio di campionato?

L’inizio di campionato è stato sicuramente positivo, anche se possiamo e dobbiamo fare di più. Specialmente nelle ultime due partite c’è stato un calo di concentrazione e questo dobbiamo evitarlo; essere primi in classifica deve essere uno stimolo a fare ancora meglio, e non un motivo per allentare la tensione.

Cosa ti ha colpito di più dei tuoi ragazzi?

La cosa che più mi ha colpito, specialmente se parliamo di ragazzi di 13 anni, è la capacità di mettere la squadra davanti agli interessi personali. Siamo un gruppo numeroso e con tanta qualità; questo aiuta ad alzare l’intensità e la competitività in ogni allenamento.

Quali sono gli obiettivi su cui punterai per il resto della stagione?

L’obiettivo stagionale è quello di far crescere il più possibile i ragazzi e gettare le basi di quello che sarà il gruppo U15 del prossimo anno. Per quanto riguarda la classifica dico ai ragazzi di non guardarla e ragionare partita dopo partita. A gennaio tireremo una linea, e se saremo ancora lì, perché non provarci?

post

Un libro per il centenario della Vivace

In occasione del centenario della Asd Vivace Grottaferrata 1922 stiamo realizzando un libro sulla storia della nostra squadra. Si tratta di un’opera che ripercorre i momenti gloriosi, ma anche quelli più difficili, che il club biancorosso ha attraversato nel corso di un secolo.

Al fine di coinvolgere tutta la comunità nella realizzazione del libro chiediamo a chiunque abbia aneddoti, racconti, immagini, foto o quanto altro ritenga interessante per ricostruire la storia della Vivace di inviarci una mail all’indirizzo storia@vivacegrottaferrata.it

post

Tris alla Polisportiva De Rossi, la Vivace torna a vincere

Dopo la sconfitta e le polemiche di sette giorni fa, la Vivace Grottaferrata torna alla vittoria grazie al tre a uno con cui la formazione di mister Gioacchini ha superato la Polisportiva De Rossi nella settima giornata di campionato.

Martena, Sciamanna e Pietrantoni sono gli autori dei gol della compagine biancorossa, che sale a quota 11 punti nella cassifica del girone D di Promozione, superando proprio la Polisportiva De Rossi.

Il prossimo impegno della Vivace sarà in trasferta, sul campo della Città di Valmontone.

post

La Vivace perde a Morena, mister Gioacchini contesta l’arbitraggio

La Vivace Grottaferrata esce sconfitta per due ad uno dal campo dell’Atletico Morena nella sesta giornata di campionato.

Insoddisfatto dell’arbitraggio il mister biancorosso Gioacchini: “Credo che oggi è la dimostrazione che la figura dell’arbitro debba essere tutelata anche dai noi addetti ai lavori perché il livello degli stessi preoccupa e soprattutto determina risultati”.

“Ricordiamo – ha aggiunto Gioacchini – che tutti lo facciamo per passione, ma poi abbiamo tutti interessi di squadra, di club e personali di fare bene. Quello che mi preoccupa di più é l’interpretazione che la terna dà agli episodi durante le partite spesso che sono agli antipodi”.

“Esempio. Nella partita in casa con la Lodiagiani – ha dichiarato l’allenatore della Vivace – l’arbitro mi ha obbligato a mettere due palloni dietro la porta nostra e due dietro quella avversaria proprio per evitare perdite di tempo. Nonostante non stavamo vincendo ho fatto quello che l’arbitro mi ha chiesto condividendo la sua richiesta. Oggi con il Morena ho fatto la stessa richiesta sia al giudice di linea che all’arbitro e i palloni sono rimasti nella sacca del Morena per tutto l’arco della partita per ovviamente perdere tempo e l’arbitro mi ha risposto che non è di sua competenza”.

“Non voglio poi commentare – ha concluso Gioacchini – il rigore del secondo gol dove il guardalinee ha segnalato una evidente posizione di fuorigioco mentre l’arbitro ha convalidato un rigore con lo stupore i tutti. Noi siamo disponibili ad aiutare gli arbitri infatti alla mia squadra chiedo di giocare in silenzio, ma ci vuole anche rispetto per il tempo che dedichiamo a questo sport con aggiornamenti e meeting per migliorare il livello di tutti”.

post

Pietrantoni dopo la doppietta alla Lodigiani: è stata una grandissima emozione

Abbiamo intervistato Leonardo Pietrantoni, il grande protagonista nella vittoria di lunedì contro la Lodigiani con una doppietta.

Che emozione hai provato nel realizzare una doppietta importante come quella di lunedì?

Lunedì è stata una partita importante per noi. L’avevamo preparata insieme al mister Gioacchini con cura proprio per portarci a casa i tre punti, che sono fondamentali per noi. È stata una partita dove ognuno ha dato il massimo sacrificandosi anche per il compagno. Poi coronare la vittoria con una doppietta è stata una grandissima emozione a livello personale che ho condiviso a pieno con la squadra e con tutto lo staff che ci sta sempre accanto.

Dopo un inizio non brillantissimo sembra che la squadra abbia trovato maggiore equilibrio. Sei d’accordo?

Sì, sono d’accordo. E’ che vero all’inizio abbiamo avuto qualche sbandamento, ma ci siamo ripresi in fretta, ora abbiamo trovato un giusto equilibrio e durante la settimana ci alleniamo sempre con la massima intensità e concentrazione in modo tale da trovarci pronti ogni domenica con l’obiettivo di portare a casa i 3 punti.

Quali sono gli obiettivi stagionali che vi siete posti?

A livello personale cerco sempre di migliorare, imparare e crescere sempre di più in ogni allenamento dando il massimo in modo tale da farmi trovare sempre pronto dal mister in qualsiasi momento. Per quanto riguarda, invece, gli obiettivi stagionali che ci siamo posti con la società e il mister Gioacchini in particolare, sono proprio quelli di far bene ogni domenica e trovare il miglior piazzamento possibile in classifica.

post

Colpaccio della Vivace, tre a due alla Lodigiani

Bel successo della Vivace Grottaferrata nella quinta giornata di campionato. Davanti al proprio pubblico, la squadra di mister Gioacchini supera tre a due la Lodigiani, che si presentava all’incontro come prima in classifica.

I biancorossi passano in vantaggio con Pietrantoni, ma vengono raggiunti da Ruggiero. Nella ripresa Pietrantoni firma la sua doppietta personale prima che gli ospiti trovino di nuovo il pareggio con Barbetti. All’87’ un rigore realizzato da Tiberi regala alla Vivace il secondo successo consecutivo.

Domenica prossima, nella sesta giornata di campionato, la squadra di Grottaferrata sarà impegnata sul campo dell’Atletico Morena.

post

Andrea Ruscica (2005): una sensazione nuova l’esordio nel campionato regionale

Abbiamo intervistato Andrea Ruscica, portiere dei nostri 2005.

Come è stato l’esordio nel campionato regionale?

L’esordio è stato una sensazione nuova per me come per molti altri compagni di squadra perché non avendo mai giocato in un campionato di questa categoria mi sono sentito come un giocatore di una squadra promossa dalla Serie B alla Serie A.

Hai trovato differenze tra il campionato regionale e quello provinciale?

Io da portiere noto che il gioco si è fatto molto più veloce e gli attaccanti e centrocampisti sono più rapidi, potenti e tecnici. Questa nuova categoria mi sta stimolando tanto nel migliorarmi.

Quali sono gli obiettivi tuoi e quelli della squadra per questa stagione?

Gli obbiettivi miei sono di migliorare sempre di più e di dare una sicurezza alla squadra ogni volta che giochiamo la domenica. Per quanto riguarda la squadra puntiamo soprattutto a divertirci e provare a vincere le partite, pur giocando in un campionato che per noi è “nuovo”, ma grazie alla spirito di squadra e i consigli del mister sono sicuro che rimarremo soddisfatti a fine anno.

post

Luca Acciari: gioia immensa per la doppietta con il Torre Angela

Abbiamo intervistato il nostro attaccante Luca Acciari, che con una doppietta ha trascinato la Vivace nella vittoria di domenica scorsa in casa del Torre Angela.

Cosa hai provato domenica nel realizzare la doppietta che ha contribuito alla vittoria contro il Torre Angela?

Devo dire che ho provato un gioia immensa sia perché credo che non potevo fare di meglio al mio esordio, anche se da ora in avanti ci sarà da lavorare sempre di più per migliorare, sia perché ormai era quasi da più di un anno causa covid che non segnavo e non giocavo. E poi sono contento per aver contribuito alla vittoria della squadra.

Come ti trovi negli schemi del mister e con i compagni di reparto?

Il modulo che utilizza è il mio preferito anche per le mie caratteristiche, anche se al mister piace variare nell’arco della partita, ma sono uno che riesce ad adattarsi e tutti i ruoli offensivi ed è per questo che non ho problemi a giocare dove lui vuole. Con i compagni di reparto mi trovo molto bene, sono tutti ottimi giocatori e da loro credo che riuscirò ad imparare molte cose per migliorarmi
.

Quali sono gli obiettivi che vi siete prefissati per questa stagione?

Credo che non abbiamo bisogno di prefissare degli obbiettivi, dobbiamo pensare soltanto a vincere, siamo una squadra forte che continuando a crescere può raggiungere ottimi traguardi.

post

Andrea Querini (2005): “L’importante è non abbattersi e continuare a lottare”

Abbiamo intervistato Andrea Querini, un altro di nostri promettenti 2005.

Come è stato l’esordio nel campionato regionale?

L’esordio nel campionato regionale è stato molto difficile, abbiamo incontrato una squadra molto preparata tatticamente, l’importante è non abbattersi e continuare a lottare.

Hai trovato differenze tra il campionato regionale e quello provinciale?

La maggiore differenza che ho potuto notare è la velocità di gioco e la pressione continua dell’avversario, spetterà anche a noi di dimostrare cosa sappiamo fare veramente senza demordere.

Quali sono gli obiettivi tuoi e quelli della squadra per questa stagione?

Non abbiamo dei veri e propri obbiettivi, dobbiamo allenarci duramente con la testa sulle spalle per affrontare bene ciò che ci aspetta il fine settimana e sappiamo appunto che ci spetteranno sempre delle squadre ben formate.

post

Prima vittoria in campionato, tris in casa del Torre Angela

Prima vittoria in campionato per la Vivace Grottaferrata. I biancorossi, nella quarta giornata del girone D di Promozione, battono per tre a uno in trasferta il Torre Angela.

Grande protagonista del match l’attaccante Luca Acciari, autore di una doppietta. La terza rete, invece, porta la firma di Tiberi.

Con questa vittoria, la squadra di mister Gioacchini, che domenica prossima ospiterà la Lodigiani, sale a quota cinque punti in classifica.

post

Diego Valentini (2005): esordio difficile, ma sono sicuro che ci riprenderemo

Abbiamo intervistato Diego Valentini, uno dei promettenti ragazzi classe 2005 della Vivace.

Come è stato l’esordio nel campionato regionale?

È stato sicuramente un esordio difficile con una sconfitta pesante contro un avversario molto forte, ma ora dobbiamo fare del nostro meglio per riprenderci già da domenica e sono sicuro che ci riusciremo.

Hai trovato differenze tra il campionato regionale e quello provinciale?

Sì, la maggior differenza l’ho trovata nell’intensità del gioco e nella qualità dell’avversario. I ritmi sono molto più alti e non ci si può fermare un attimo, bisogna rimanere concentrati durante tutta la partita.

Quali sono gli obiettivi tuoi e quelli della squadra per questa stagione?

Non abbiamo obbiettivi ben precisi. Ci siamo detti di pensare partita dopo partita dando sempre il massimo e poi vedremo dove arrivare, spero più lontano possibile perché siamo un bel gruppo e il nostro futuro dipende solo da noi.

post

Jaikey Gioacchini: in campionato abbiamo raccolto meno di quello che meritavamo

Abbiamo intervistato il giovane calciatore biancorosso Jaikey Gioacchini.

Come è iniziata questa stagione per la Vivace?

Siamo partiti bene in coppa nonostante l’eliminazione e adesso, dopo il ripescaggio, affronteremo il Latina che si trova nelle prime posizioni di classifica. In campionato abbiamo raccolto meno punti di quello che meritavamo in campo.

Che rapporto hai con il mister e con i compagni di squadra?

Il mister é anche mio padre e come mi ha insegnato, non mi regala nulla anzi vuole che io spinga più degli altri ed é giusto così. Sono il più giovane della squadra che é un mix tra grandi e ragazzi di prospettiva. I grandi ci mettono a nostro agio e per me sono sempre uno stimolo a migliorarmi. Si vive un’atmosfera sana, di rispetto e professionalità

Qual è la posizione in campo in cui riesci ad esprimere meglio il tuo potenziale?

Io mi adatto alle scelte del mister e alle necessità della squadra perché sono un giovane, mi piace giocare dietro le punte se proprio dovessi scegliere un ruolo.

post

Dario Monaco: “Staff e calciatori remano tutti nella stessa direzione”

Abbiamo intervistato il nostro centrocampista Dario Monaco.

Come valuti l’inizio della stagione della Vivace Grottaferrata?

Sicuramente positivo per l’amalgama che abbiamo iniziato a creare lo scorso anno e consolidato in questo all’interno dello spogliatoio. Staff e calciatori remano tutti nella stessa direzione e c’è grande disponibilità al lavoro e al sacrificio da parte di tutti e questo a lungo termine darà i suoi frutti. In termini di risultati sicuramente abbiamo fatto molto bene in coppa, mentre in campionato vogliamo e dobbiamo fare di più. Avremmo potuto sicuramente avere qualche punto in più con un po’ di fortuna, ma non mi piace trovare alibi perché la fortuna va portata dalla nostra parte con il giusto atteggiamento e la fame che ci deve contraddistinguere in ogni momento o situazione della partita.

Quali obiettivi vi siete prefissati per questa stagione?

L’obbiettivo è portare sul campo ogni domenica quello che lo staff ci trasmette in settimana in termini tecnici, tattici e soprattutto di atteggiamento. Sarà il campo a definire gli obbiettivi, anche perché siamo in un girone di ferro nel quale tutte le squadre sono attrezzate e possono/vogliono far bene. Ovviamente ci siamo anche noi.

Dove ti posizioni negli schemi di mister Gioacchini?

Il mister e lo staff ci preparano a diverse soluzioni tattiche con le quali possiamo schierarci a inizio gara o a gara in corso ed io, come tutta la squadra, sono a disposizione per dare il mio contributo. In queste prime cinque giornate sono stato impiegato sia nel centrocampo a due che a tre e cerco di interpretare al meglio ciò che il mister richiede in base al ruolo ricoperto.

post

Edo Mazzon: bisogna avere fiducia, i punti arriveranno

Abbiamo intervistato il nostro calciatore Edo Mazzon.

Come giudichi l’inizio della stagione della Vivace Grottaferrata?

L’inizio della stagione sicuramente non è dei migliori se guardiamo i punti realizzati, però credo che a volte bisogna avere un po’ di fiducia e continuare a fare buone prestazioni come abbiamo fatto in queste partite, che i punti arriveranno.

Dove ti collochi negli schemi di mister Gioacchini?

Sinceramente sono aperto ad ogni scelta, credo che i moduli si possano cambiare continuamente durante tutto l’anno così come gli interpreti.

Quale obiettivo vi siete posti per questo campionato?

Per ora nessun obiettivo delineato, vedremo successivamente con le partite a seconda di come andranno; è ancora troppo presto.

post

Campionati giovanili, Matrullo: mi aspetto che i ragazzi diano il meglio di loro in ogni gara

Abbiamo intervistato Massimiliano Matrullo, responsabile del settore giovanile della Vivace Grottaferrata, a poche ore dall’inizio dei campionati.

Finalmente ripartono i campionati giovanili. I ragazzi sono pronti?

Prima di tutto voglio fare un grosso in bocca al lupo a tutti i ragazzi che da domani iniziano a competere nei vari campionati regionali. Abbiamo lavorato tanto da quando ci siamo radunati, i ragazzi sono vogliosi di iniziare e questo ci fa bene sperare.

Cosa ti aspetti in questa stagione dalle squadre giovanili della Vivace?

Forse questa è la prima volta che la Vivace Grottaferrata ha tutte le squadre nelle varie categorie che partecipano ai campionati regionali. Sicuramente è uno stimolo in più per tutti ma la cosa che mi aspetto è che i ragazzi diano il meglio di loro in ogni gara. L’obiettivo è quello di mantenere tutte le categorie regionali così da avere una solida base per il futuro.

Quali sono le avversarie di questo fine settimana?

I Giovanissimi fascia”B” di mister Casertano affronteranno sabato pomeriggio fuori casa la consolidata e solida Polisportiva De Rossi. I Giovanissimi di Mister Fagotti affronteranno domenica mattina sempre fuori casa il Velletri. Gli Allievi fascia “B” da me allenati incontreranno sabato pomeriggio sempre fuori casa la solida e ben allenata Velletri. Gli ultimi a scendere in campo saranno gli Allievi di mister De Vincenzo che giocheranno domenica alle 15:00 al Comunale di Pavona contro la forte Albacynthia.

post

Gioacchini: contro la Vis Subiaco prestazione propositiva

“Trasferta difficile con squadra ostica dove sarà per tutti difficile andare via con un risultato positivo”. E’ questo il commento del mister Stefano Gioacchini sull’esordio in campionato della Vivace, che ha pareggiato per 3 a 3 sul campo della Vis Subiaco.

“Sono contento della prestazione propositiva dei mie ragazzi – ha aggiunto l’allenatore – , anche se abbiamo iniziato con meno intensità del solito. Nonostante questo siamo andati in vantaggio. Il Subiaco é stato bravo a ribaltare il risultato e noi altrettanto bravi a ribaltarlo nuovamente per poi farci raggiungere nei minuti finali come era successo a Morena nonostante abbiamo spinto fino oltre il 90esimo per vincere. Questo é sempre il nostro atteggiamento di squadra. Abbiamo fin qui giocato tre trasferte con 11 gol all’attivo. Dobbiamo migliorare nel gestire meglio la partita una volta che ci sono i presupposti adatti. Siamo una squadra costruita per arrivare alla salvezza prima possibile, ma possiamo poi toglierci qualche soddisfazione in corso d opera. Merito di ragazzi che seguono con entusiasmo”.

post

Pirotecnico tre a tre nella prima giornata di campionato

Pareggio spettacolare per la Vivace Grottaferrata nella prima giornata del girone D del campionato di Promozione.

La squadra allenata da Gioacchini ha chiuso sul tre a tre il match in casa della Vis Subiaco. Per la squadra biancorossa sono andati a segno Tiberi e Parroni, mentre la prima rete è stata un autogol.

Prossimo impegno per la Vivace domenica prossima in casa contro Villa Adriana.

post

Maurizio Bucci: la Vivace rappresenta la storia del calcio di Grottaferrata

Abbiamo intervistato Maurizio Bucci, dirigente accompagnatore ufficiale del club.

Cosa rappresenta per te la Vivace Grottaferrata?

La Vivace per Grottaferrata rappresenta la storia del calcio di questa città, basti pensare a tutti quei bambini di questa cittadina che hanno calpestato il campo Comunale dando i primi calci ad un pallone indossando questa storica maglia, e quanti genitori negli anni hanno colorato le tribune soffrendo e gioendo per i propri figli.

Che impatto ha avuto la nuova società?

La nuova società è subentrata in un periodo molto delicato segnato dalla pandemia, tuttavia la stagione è stata portata a termine nel miglior modo possibile nonostante i continui stop & start imposti dall’emergenza sanitaria. Questo però ha consentito alla Società di programmare la stagione in corso nel migliore dei modi assegnando a persone competenti le varie cariche tecniche e dirigenziali, la scuola calcio è ripartita alla grande con un gran numero di iscritti che hanno premiato l’attenzione che la società rivolge ai bambini più piccoli, quest’anno poi in vista del centenario del 2022 la società ha fatto un magnifico regalo a tutte le famiglie dei più piccoli con un costo di iscrizione alla scuola calcio molto competitivo.
Il settore agonistico ha lavorato molto bene in questo periodo di preparazione ed è composto da squadre attrezzate per disputare una buona stagione a partire dai giovanissimi 2008 fino ad arrivare alla Juniores. Infine non dimentichiamo la prima squadra in Promozione che speriamo possa disputare una stagione ricca di soddisfazioni.

Quali obiettivi vi siete prefissati per questa stagione?

Per quanto riguarda la squadra di cui mi occupo come dirigente, Allievi 2005, è una rosa di cui andiamo molto fieri in quanto l’80% dei calciatori sono ragazzi cresciuti nella nostra scuola calcio, la rosa è competitiva ed è stata puntellata con nuovi innesti che contribuiranno ad alzare il livello della squadra che è già abbastanza competitivo. Non sappiamo dove possiamo arrivare ma garantiremo il massimo impegno, i ragazzi e Mister Di Vincenzo sono molto uniti e stanno lavorando al massimo per affrontare la stagione che speriamo possa regalarci molte soddisfazioni.

post

Coppa Italia, solo i rigori piegano la Vivace

Sconfitta nel secondo turno di Coppa Italia Promozione per la Vivace Grottaferrata. I biancorossi escono a testa alta contro l’Atletico Morena, che vince ai calci di rigore dopo che i tempi regolamentari si erano chiusi sul tre a tre.

“Partita intensa con un campo piccolo – ha commentato nel post partita mister Gioacchini -. I ragazzi meritavano il bottino pieno rimontando per ben due volte per poi passare in vantaggio, considerando anche che sono stati concessi 2 rigori, di cui l ultimo veramente discutibile. Poi i rigori finali sono una lotteria”.

“Usciamo a testa alta – ha aggiunto l’allenatore della Vivace -, giocando a calcio e ben 8 gol all’attivo in due trasferte consecutive che si sono chiuse con una vittoria e un pareggio. Quindi complimenti ai miei ragazzi”.

post

Daniele Ingannamorte: “Con l’Atletico Morena mi aspetto una bella partita”

In vista del match di domenica contro l’Atletico Morena in Coppa Italia Promozione, abbiamo intervistato il calciatore biancorosso Daniele Ingannamorte.

Come giudichi il precampionato e l’esordio stagionale della Vivace?

Un precampionato molto entusiasmante considerando il lungo periodo di stop che abbiamo avuto, la voglia di tornare in campo era tanta e tutto il gruppo si è messo a Disposizione del mister e dello staff per tornare in forma in vista del campionato.

Che partita ti aspetti domenica contro l’Atletico Morena?

L’esordio stagionale ha dato un bel segnale a tutta la squadra, siamo più consapevoli delle nostre capacità. Ma questo è solo l’inizio perché dopo una bella vittoria si pensa subito alla prossima con l’Atletico Morena dove mi aspetto una bella partita. Non sarà facile né per loro e ne per noi, dobbiamo prendere gli errori della prima di coppa e correggerli per fare ancora meglio.

Come ti trovi negli schemi di mister Gioacchini?

Stimo molto il mister Gioacchini, penso sia una persona da cui si possa imparare molto, mi sta dando molta fiducia e questo da giocatore può solo che rendermi fiero e spingermi a dare il massimo in campo.

post

Juniores, Salvischiani: alla Vivace l’ambiente giusto per lavorare in tranquillità

Abbiamo intervistato Raffaele Salvischiani, nuovo allenatore della Juniores biancorossa.

Che ambiente hai trovato alla Vivace?

Ho trovato un ambiente che ha voglia di far bene, di crescere, con persone molto disponibili e molto attente a farti sentire a tuo agio. Quindi l’ambiente giusto per lavorare in tranquillità.

Quali sono gli aspetti su cui stai lavorando di più in vista dell’inizio del campionato?

Rispetto alla scorsa stagione sono arrivati diversi ragazzi nuovi quindi il mio primo obiettivo nel breve termine è riuscire a formare un gruppo unito e compatto, ovviamente non tralasciando gli aspetti tecnico-tattici e atletici determinanti per affrontare al meglio la stagione.

Quale obiettivo vi siete prefissati per questa stagione?

Vogliamo far bene e ne abbiamo tutte le possibilità, è un gruppo interessante. Siamo lavorando con impegno e sono molto fiducioso per il campionato. Un obiettivo è senz’altro riuscire a formare e a far crescere i ragazzi in modo da farli trovare pronti per la prima squadra.

post

Valerio Parroni: “Quando ho realizzato di aver fatto una tripletta è stato magnifico”

Abbiamo intervistato Valerio Parroni, autore di tre gol nel cinque a uno di domenica scorsa contro la Bi.Ti. a Marino.

Che sensazione si prova a segnare una tripletta all’esordio stagionale?

Il miglior esordio che si possa fare. Aspettavamo da mesi, causa pandemia, di rigiocare una partita davanti a tante persone come è successo nello stadio del Marino,eravamo molto carichi e pronti.
Personalmente speravo di poter vincere e far bene, ma quando ho realizzato di aver fatto una tripletta è stato magnifico.

Quali obiettivi ha la Vivace per questa stagione?

Il nostro unico obiettivo è quello di migliorare come squadra, non abbiamo pressione e viviamo il campo giorno per giorno, e questo ci porta ad essere sereni e fare le cose con la giusta mentalità. Contro il Marino ci davano tutti per spacciati, conoscendo la qualità dei giocatori che militano in questa squadra, ma determinati e consapevoli dei nostri mezzi abbiamo fatto un bel risultato.

Come ti trovi negli schemi di mister Gioacchini?

Parliamo di un professionista vero, un lusso per me e per la squadra, d’altronde i numeri sono dalla sua parte. Al di là degli schemi e delle disposizioni tattiche e una persona che sa relazionarsi con tutti i tipi di giocatori, grandi come nel mio caso e con i tanti giovani che abbiamo in squadra che hanno voglia di apprendere e migliorare. Con lui e con lo staff che abbiamo a disposizione possiamo solo far bene, siamo solo all’inizio.

post

Daniele Asci: esordio da sogno, ora la testa è alla partita contro l’Atletico Morena

Dopo la cinquina rifilata alla Bi.Ti. e in previsione del match di domenica prossima contro l’Atletico Morena, abbiamo intervistato Daniele Asci, difensore della Vivace Grottaferrta.

Vi aspettavate un esordio così convincente?

Un esordio da sogno. Sicuramente ci aspettavamo una partita dura ed equilibrata. Siamo stati bravi a sfruttare le occasioni create nel primo tempo e a chiuderla nel secondo tempo. L’abbiamo preparata bene, poi la presenza di molti ex e l’atmosfera da derby ci ha dato quella spinta in più per arrivare ad un risultato così rotondo. Ora la testa è già a domenica per il secondo turno dove affronteremo l’Atletico Morena, un’altra ottima squadra.

Quali obiettivi ha la squadra per questa stagione?

Non ci siamo posti obiettivi particolari, sappiamo di non essere la squadra favorita per la vittoria finale ma vogliamo essere una bella sorpresa. La società ci mette a disposizione tutto quello di cui abbiamo bisogno e ci fa lavorare in serenità, mentre la squadra è un ottimo mix tra esperti e giovani guidata da uno staff preparato e ambizioso che ci fa allenare sempre con il sorriso, e questo si vede anche in campo la domenica. Ci sono tutti i presupposti per fare bene.

Come è schierata la difesa nel modulo di mister Gioacchini?

Il mister ci prepara a diverse soluzioni con difesa a 3 o a 4, la mentalità è sempre propositiva e abbiamo le nostre idee che portiamo la domenica in campo, insomma non ci adattiamo agli avversari. Personalmente darò tutto per fare un grande campionato guidando la difesa e per far crescere i tanti giovani interessanti che abbiamo in rosa.

post

Cento gol in carriera per Augusto Raponi: “Un bel traguardo rimandato a causa di pandemia e infortuni”

Abbiamo intervistato Augusto Raponi, attaccante della Vivace, che nella goleada di domenica in casa della Bi.Ti. ha siglato il suo centesimo gol in carriera.

Che esordio è stato quello di domenica in Coppa Italia Promozione?

Il miglior esordio che potessi immaginare. È stato bello vedere tanta gente sugli spalti, cosa che ci ha dato una marcia in più, nonostante giocassimo un derby fuori casa. Il gruppo ha vinto la partita dedicandola al nostro compagno di squadra Simone Costalunga.

Che valore ha per te aver siglato il centesimo gol in carriera?

Un bel traguardo rimandato a causa di pandemia e infortuni. Ho potuto anche togliermi un sassolino dalle scarpe visto che anni fa a Marino non sono stato trattato nei migliori dei modi ed averlo, quindi, realizzato proprio domenica ha un valore in più per me. Già da oggi ho la testa a domenica per poter dare alla Vivace un grande contributo e regalarci ancora delle emozioni.

Quali sono gli obiettivi stagionali dela Vivace?

Gli obiettivi che ci proponiamo sono il concentraci partita dopo partita, lavorando sodo ad ogni allenamento per poter migliorare quei piccoli particolari che nel calcio fanno la differenza. Ma non nascondo di voler fare un campionato rimanendo nelle primissime posizioni.

post

Coppa Italia, cinquina della Vivace a Marino

Larga vittoria della Vivace Grottaferrata nella prima partita ufficiale della stagione, valida per il primo turno della Coppa Italia Promozione. La squadra biancorossa ha espugnato Marino, superando la Bi. Ti. per cinque a uno. Grande prestazione di Parroni, autore di una tripletta. Gli altri gol portano la firma di Raponi e Giacomi.

Soddisfatto il tecnico biancorosso GIoacchini: “Abbiamo affrontato un derby, con una squadra attrezzata ed in casa loro. I ragazzi hanno dato tutto quello che avevano e la soddisfazione più grande é vederli che si divertono giocando. Questa é la coppa, campionato sarà un altra storia. La vittoria la dedichiamo a chi lavora dietro le quinte come i nostri magazzinieri del campo Giampiero e Ciccio, e la nostra segretaria Michela. Loro sono quelli più importanti che vivono la quotidianità con i ragazzi dalla scuola calcio fino alla prima squadra. Un pensiero particolare anche per il nostro capitano Buzi che a Marino è cresciuto”.

post

Giacomi: ci alleniamo quasi tutti i giorni per arrivare pronti al campionato

Prosegue l’avvicinamento della prima squadra della Vivace Grottaferrata verso la prima giornata di campionato. “Ci stiamo allenando quasi tutti i giorni e molto duramente per arrivare pronti al campionato”, ha dichiarato il calciatore biancorosso Federico Giacomi, ieri a segno nel match di Coppa Italia Promozione vinto contro la Bi. Ti..

“Non c’è un obiettivo preciso – ha spiegato Giacomi – in campionato noi pensiamo a giocare”. “Per me Grottaferrata – ha aggiunto – è dove sono cresciuto e ho imparato a giocare a pallone”.

post

Francesco Ferraro: la Bi.Ti. è forte ed esperta, non sarà facile

A poche ore dalla prima partita ufficiale della stagione, in programma domenica a Marino contro la Bi.Ti. nel primo turno di Coppa Italia Promozione, abbiamo intervistato Francesco Ferraro, calciatore della Vivace Grottaferrata.

Come state preparando la stagione?

Riprendere dopo un anno di stop forzato dovuto alla pandemia non è facile però abbiamo uno staff di primo livello e ci stiamo allenando molto bene. Sono uno dei più “anziani” del gruppo e vedo che c’è molta voglia nei giovani di mettersi in mostra e cercare di fare bene.

Quali obiettivi vi siete prefissati per il campionato?

I nostri obiettivi sono quelli di lavorare e provare a migliorare sempre, la società non ci ha messo pressione sugli obiettivi. Noi come gruppo dobbiamo mettere in atto quello che facciamo durante la settimana e seguire il mister e il suo staff, che per questa categoria a mio parere sono un lusso.

La Vivace affronterà nella prima partita ufficiale della stagione la B.I.T.I., la tua ex squadra. Che avversario sarà?

Loro sono una squadra forte ed esperta e hanno dei giocatori importanti, non sarà facile. Noi andiamo lì per giocarci la partita consapevoli della nostra forza e dei loro punti deboli proponendo il nostro calcio propositivo cercando di ottenere risultato.

post

Sergio Di Vincenzo (allenatore 2005): l’obiettivo principale è far divertire i ragazzi

Abbiamo intervistato Sergio Di Vincenzo, nuovo allenatore della categoria 2005 della Vivace.

Come ha trovato i ragazzi dopo questi anni difficili contraddistinti dalla pandemia?

Ritrovare i ragazzi in campo è già una bella notizia. Li ho ritrovati con la stessa voglia e la stessa passione. Dobbiamo ringraziare le famiglie che dopo questo periodo ci hanno dato fiducia e ci hanno quindi permesso di poter contare su tutti i ragazzi. Da tanto tempo non potevano giocare, potevano fare solo allenamenti distanziati, e tornare alla normalità è bello. I ragazzi sono molto motivati. Anche per noi allenatori non è stato facile gestire i ragazzi durante la pandemia. E’ una gioia poter tornare a fare quello che ci piace: insegnare il calcio ai ragazzi. Ringrazio infatti tutta la Società per questa opportunità ed in particolare il direttore della mia categoria, Paolo Buzi.

Quali sono gli aspetti su cui si lavora di più quando si allenano ragazzi giovani?

L’aspetto principale su cui si lavora è la tecnica individuale, anche su piccoli gesti come il passaggio, il tiro e il modo di correre. Si lavora anche sulla coordinazione con esercitazioni mirate. Adesso cerco anche di dare importanza al fattore mentale, soprattutto per quanto riguarda l’approccio all’allenamento e alle partite. Quello che si fa in allenamento poi si ritrova in partita.

Quali sono gli obiettivi per questa stagione?

L’obiettivo principale della stagione è far divertire i ragazzi. Non pongo obiettivi veri e propri. Cerco di far crescere i ragazzi sotto tutti gli aspetti. Questo è comunque un gruppo che, se mette in campo la giusta determinazione e la giusta mentalità, si può togliere molte soddisfazioni. Io credo molto in loro, ci stiamo preparando al meglio, stiamo lavorando sodo e ci sono nuovi ragazzi che si stanno inserendo bene. Tanti ragazzi sono cresciuti insieme e sono amici anche fuori dal campo. Ciò facilita l’inserimento dei nuovi.

post

Daniele Cascino (preparatore atletico): i ragazzi sono stati straordinari nonostante lo stop per il covid 19

Abbiamo intervistato il prof. Daniele Cascino, il nostro preparatore atletico.

Come sta andando il precampionato della Vivace?

Il momento della preparazione è sempre piuttosto complesso e devo ammettere che quello vissuto quest’anno lo è stato ancora di più in quanto i ragazzi vengono praticamente da due anni di inattività. L’obiettivo principale in questa fase è stato quello di ripristinare una forma fisica che ci potesse consentire di affrontare carichi di lavoro importanti evitando l’insorgenza di infortuni.

Quali sono gli obiettivi per il prossimo campionato?

Per il prossimo campionato l’intenzione del Mister e quindi di tutto lo Staff è sicuramente quello di divertirci e di proporre un calcio fatto di possesso palla ed intensità, aldilà di quella che sarà la posizione in classifica finale.

Come ha trovato i ragazzi dal punto di vista fisico e atletico?

Dal punto di vista atletico i ragazzi nonostante il momento di lunga inattività legato al Covid sono stati straordinari, dimostrando serietà, responsabilità e onestà. Siamo stati sempre in contatto e ci siamo sempre allenati sfruttando i sistemi di comunicazione che si sono dimostrati una enorme risorsa durante questo infelice momento. Nonostante questo il calcio è fatto di compagni, avversari, pallone e in particolar modo di spazio e tempo. Da questo punto di vista i due anni di inattività pesano come un macigno sullo stato psicofisico dei ragazzi, motivo per cui oggi a maggior ragione lavoriamo solo ed esclusivamente con la palla riducendo al massimo i momenti di lavoro definito a “secco” con l’intenzione di recuperare tutto quello ci ha tolto il Covid e cosa più importante tornare a vivere insieme vittorie e sconfitte.
Vorrei concludere facendo un ringraziamento al Mister Stefano Gioacchini, allo Staff, composto da Paolo Buzi e Dario Graziani, e al gruppo squadra per la serietà, disponibilità e professionalità fin qui dimostrata.

post

Dario Graziani (preparatore portieri): “Il precampionato sta andando molto bene”

Abbiamo intervistato Dario Graziani, il preparatore dei nostri portieri.

Come sta andando il precampionato della Vivace?

Direi che il precampionato sta andando molto bene. I ragazzi si impegnano molto durante gli allenamenti e domenica nella partita contro Parioli ho visto molte delle soluzioni che il mister propone alla squadra durante la settimana. Domenica ci attende il primo vero test ma sono convinto che tutta la squadra arriverà pronta e in condizioni ottimali per affrontare un impegno molto difficile.

Quali sono gli obiettivi per il prossimo campionato?

Sicuramente il primo obiettivo è quello di creare un ambiente sano e sereno. Il mister poi ha delle idee di gioco che difficilmente puoi trovare in queste categorie. Insomma ci sono le condizioni per poter fare un buon lavoro e toglierci delle soddisfazioni.

Cosa pensa dei portieri che compongono la rosa biancorossa?

Sono entrambi portieri molto giovani che stanno lavorando duramente giorno dopo giorno. Sono sempre molto disponibili nell’accettare i consigli che gli do durante gli allenamenti e si stanno applicando tantissimo per metterli in pratica. Nella partita di domenica sono rimasto molto soddisfatto di come hanno interpretato la partita sia da un punto di vista tecnico che di comportamento in campo. Mi auguro che attraverso il loro impegno e il lavoro che stiamo svolgendo insieme possano dare un contributo fondamentale durante il corso di tutto il campionato.

post

Precampionato, mister Gioacchini: “Ho trovato i ragazzi molto motivati”

Siamo ormai alle porte del nuovo campionato. La Vivace è pronta a tornare in campo. Per fare il punto sulla preparazione e sugli obiettivi dei biancorossi abbiamo intervistato il mister Stefano Gioacchini, ex calciatore che ha militato anche in Premier League.

Come sta andando il precampionato?
Abbiamo iniziato il precampionato il 23 agosto e, dopo la sospensione per il covid 19 dell’anno scorso, ho trovato i ragazzi molto motivati. Ci sono state diverse richieste di ragazzi nuovi che avrebbero voluto far parte del nostro gruppo. Questo significa che abbiamo messo le basi di un ambiente sano, dove la coerenza e la professionalità sono le motivazioni trainanti su cui costruire il nostro progetto. Credo che l’ambiente giusto sia l’elemento trainante in tutti i settori. Ho la fortuna di avere persone qualificate nel mio staff come il prof. Daniele Cascino, Paolo Buzi e Dario Graziani, che sposano la nostra filosofia.
Domenica abbiamo affrontato i Parioli, che militano in Eccellenza, e i ragazzi hanno fatto un’ottima prestazione con un risultato importante, 4-2, che ha poco valore in questo periodo. Ciò che ha più valore è che nella seconda parte dell’amichevole avevamo in campo cinque 2003, due 2002 e due 2001. Questo fa ben sperare.

Qual è l’obiettivo di classifica che vi siete prefissati?
Noi dobbiamo ringraziare il presidente Nicolanti, che, insieme a Marco Peverieri e Piero Ronci, non ci ha mai messo pressione sugli obiettivi perché sanno che daremo il 110% alla causa della Vivace. Gli obiettivi sono una conseguenza del lavoro, delle prestazioni e della caparbietà nella quotidianità della metodologia. Sicuramente un ruolo fondamentale lo ricopre il rapporto e la fiducia tra gli addetti ai lavori e la società: questa sarà sempre l’arma in più di ogni vittoria. Per vittoria non intendo solo i tre punti, ma vedere i ragazzi del settore giovanile raggiungere anche il mondo professionistico.

Avete cambiato molto l’organico rispetto alla stagione precedente?
La soddisfazione più grande è che tutti gli atleti dell’anno scorso sono voluti rimanere con noi. Ovviamente abbiamo dovuto fare delle scelte tenendo in considerazione il lato tecnico con le relative esigenze societarie. Cerchiamo sempre di far crescere i ragazzi del nostro settore giovanile, mantenendo anche uomini e giocatori storici della Vivace. Ripeto che per me e il mio staff conta solamente che l’ambiente sia sano, con regole e professionalità. Per i risultati di questo lavoro ci vorrà tempo, ma cerchiamo di lasciare ai nostri ragazzi dei ricordi e dei valori che potranno portare con loro sia nel mondo sportivo che lavorativo.

post

Ritiro a Campitello Matese, Matrullo: grande entusiasmo tra i ragazzi

Penultimo giorno di ritiro a Campitello Maltese per i ragazzi della Vivace, che domani nella tarda mattinata lasceranno la località in provincia di Campobasso per tornare a Grottaferrata. Abbiamo fatto il punto della situazione con Massimiliano Matrullo, responsabile del settore giovanile.

Come sta andando il ritiro a Campitello Matese?
Il ritiro che stiamo svolgendo qui tra le montagne di Campitello Matese ha sollevato un grosso entusiasmo tra tutti i ragazzi. Stiamo lavorando tanto, il programma che abbiamo elaborato ci sta permettendo di curare sia il lato fisico che quello tecnico tattico.

I ragazzi come stanno vivendo questo momento dopo le restrizioni dovute alla pandemia?
Vedere tutti questi ragazzi lavorare ed allenarsi con gioia ci fa ben sperare e ci permette di guardare avanti con entusiasmo. Siamo riusciti a portare in ritiro qui a Campitello Matese tutte le squadre dell’agonistica. Voglio ringraziare tutti le famiglie che ci hanno affidato, in questo periodo di grossa incertezza i propri figli.

Quali sono gli obiettivi per la stagione calcistica che sta iniziando?
Il nostro obiettivo è quello di mettere solide basi per costruire qualcosa di importante nel futuro. Avendo la possibilità di seguire da vicino tutti i ragazzi, posso dire con certezza che la strada che stiamo percorrendo ci darà tante soddisfazioni. L’obiettivo è quello di formare quanti più ragazzi per vederli un giorno esordire un giorno in prima squadra.

post

Messaggio rivolto ai commercianti e agli esercenti del territorio di Grottaferrata

La Asd Vivace Grottaferrata 1922 rinnova anche per la stagione sportiva 2021/2022 il suo impegno nel dare la possibilità ai giovani della nostra Città di praticare calcio.

I mesi appena trascorsi, caratterizzati dalla pandemia e dalle conseguenti restrizioni, hanno reso ancora più evidente quanto lo sport sia importante per la vita sociale della collettività e per il benessere fisico e mentale dei nostri ragazzi.

In occasione del suo centenario, la Vivace Grottaferrata, consapevole delle difficoltà economiche che molti stanno affrontando, ha deciso di venire incontro alle famiglie proponendo costi contenuti per la scuola calcio.

Al fine di supportare la Vivace Grottaferrata nel perseguire i suoi obiettivi di carattere sportivo e sociale e per far sì che continui a svolgere il suo importante ruolo per la nostra comunità, Vi chiediamo di diventare nostri partner commerciale.

Possiamo valutare insieme la migliore soluzione per le Vostre attività. Ad esempio, allestendo uno striscione con nome e logo della Vostra attività nei due campi sportivi utilizzati dalla Vivace Grottaferrata. Oppure dando la possibilità ai nostri calciatori e alle loro famiglie di scaricare dal nostro sito internet buoni sconto da utilizzare presso la Vostra attività.

Contattateci per ulteriori informazioni.

post

In occasione del centenario la Vivace propone costi contenuti per la Scuola Calcio

La Asd Vivace Grottaferrata 1922 informa che, in occasione della ricorrenza dei cento anni dalla sua nascita, darà vita ad una serie di iniziative. Insieme ad un programma ricco di eventi che presenteremo più avanti, comunichiamo la scelta di far partecipare tutti i bambini compresi tra i 5 e i 12 anni alle attività proposte dalla Scuola Calcio, con una piccola quota. I costi che le famiglie affronteranno ammontano infatti, all’annualità di euro 100,00, le spese di tesseramento e assicurazione per euro 30,00 e naturalmente il materiale sportivo, nel caso di nuovo iscritto. Anche la scelta di mantenere lo stesso kit sportivo dello scorso anno è riconducibile al fine di andare incontro alle famiglie in un periodo difficile da cui ci auguriamo di uscire quanto prima. Per quanto ci riguarda, continueremo a dare un servizio alla cittadinanza facendo sport in un ambiente sano, in collaborazione con l’Amministrazione che anticipatamente ringraziamo.

post

Scuola calcio, Massimiliano Matrullo: “La nostra priorità è il gioco”

Abbiamo intervistato Massimiliano Matrullo, responsabile del settore giovanile della Vivace Grottaferrata.

Quali sono le priorità della Vivace Grottaferrata per la scuola calcio?

In un momento storico come questo, l’apprendimento sportivo e scolastico hanno ricevuto un duro colpo.
Nella scuola come sul campo di calcio è mancata la quotidianità.
La nostra priorità è il gioco.
Tornare a giocare per imparare divertendosi.
Insegnare giocando, andando a recuperare il tempo perso in questo anno e mezzo.

Qual è la filosofia che cerca di perseguire la scuola calcio della Vivace?

La Filosofia si basa sull’intenzione di formare giocatori che pensino nel gioco soluzioni efficaci e divertenti. L’intenzione come volontà iniziale del sapere, del saper scegliere e del saper stupire se stesso e gli altri.
La metodologia si basa su un processo di relazione tra tutte le aeree coinvolte: Relazionale, Tecnica, Tattica e Atletica. Una strada con direzione definita verso obiettivi didattici elevati. Un cammino strutturato con proposte tecnico-cognitive elevate ed adeguate per ogni livello di capacità.
I Principi metodologici ai quali il metodo si attiene sono: la Relazione, lo Spazio e il Tempo.
Le due misure (Spazio e Tempo) danno un contesto in cui il giocatore dovrà necessariamente mettersi in relazione con loro e con i riferimenti intorno ad esso (compagno-avversario-porte-palla)
L’ Apprendimento attraverso proposte uguali ma con velocità di esecuzione differenti. La differenza della velocità viene impostata dal gruppo di lavoro in base alle proprie capacità Tecnico-Cognitive. L’attenzione rivolta all’individuo permetterà una crescita del singolo e di conseguenza un miglioramento del gruppo fino ad arrivare ad un gioco di squadra.
La Formazione del giocatore passa inevitabilmente attraverso tutte le figure coinvolte in questo ambiente. È necessario formare tali figure. Lo staff tecnico seguirà incontri metodologici ogni settimana al fine di migliorare o consolidare le sue conoscenze. I genitori saranno formati attraverso due incontri stagionali presso Università Tor Vergata. Tali incontri, di notevole importanza, hanno lo scopo di conoscere il lavoro che coinvolge il proprio figlio e aumentano le conoscenze del genitore affinché possa dare risposte adeguate durante la crescita sportiva e scolastica.
Il Senso di Appartenenza non rientra nella nostra formazione diretta. Non possiamo insegnare ad appartenere. Siamo convinti che sia la reale e concreta conseguenza di tutto il lavoro. Non si appartiene a qualcosa se non se ne condivide il senso. Non si appartiene a qualcuno disprezzando qualcun’altro. Non siamo forti evidenziando le debolezze dell’avversario. Ci sentiamo appartenenti a qualcuno o qualcosa quando attraverso il lavoro ed il sacrificio riusciamo a fare le cose meglio di ieri e meno bene di domani. Un giorno alla volta, vincendo paure e timidezze ma soprattutto correndo fino a quando ne abbiamo.

Quello che si appresta ad arrivare sarà un inizio di stagione diverso dal solito a causa delle restrizioni imposte dalla pandemia nell’ultimo anno e mezzo circa?

Sarà un inizio diverso, certo.
Abbiamo già ricevuto le prime indicazioni sui protocolli da seguire per le squadre Agonistiche.
Sicuramente la suola calcio è meno in difficoltà rispetto agli Under 14, ma anche lì abbiamo delle osservanze che vanno scrupolosamente rispettate.
Confidiamo in una stagione di rinascita per il calcio dilettante, e soprattutto per la nostra realtà.

post

Il maltempo e il Rocca Priora RDP piegano la Vivace

Trasferta amara per la Vivace Grottaferrata, che nella decima giornata di campionato esce sconfitta per 3 a 2 dal campo del Rocca Priora RDP capolista.

Due volte passata in vantaggio, la squadra di Gioacchini è stata raggiunta e superata in un match caratterizzato anche dalle cattive condizioni meteorologiche.

Con questa sconfitta i biancorossi restano fermi a quota 12 in classifica. Domenica prossima la Vivace ospiterà la Bi.Ti. Calcio.