post

Coppa Provincia, domani l’under 14 in campo ad Ostia

Domani alle ore 17 scende in campo per la Coppa Provincia l’under 14 della Vivace Grottaferrata, che affronterà l’Asd Ostia Antica all’Aldobrandini di viale dei Romagnoli.

Ieri, invece, sconfitta per l’under 16 in casa del San Cesareo. Nonostante il risultato (cinque a zero), i nostri ragazzi sono usciti a testa alta onorando l’impegno fino al triplice fischio.

post

Under 14, cinquina al Castelverde calcio

Grande vittoria ieri dell’under 14 della Vivace Grottaferrata. Battuto per cinque a zero il Castelverde calcio nel match valido per gli ottavi di finale che si è disputato al Comunale. A segno Sandon, Vasile, Ruscica, Del piccolo e Passali.

Non si è disputato invece il match della Juniores under 18 contro il San Lorenzo Calcio, in quanto la squadra avversaria non si è presentata al Comunale.

post

Claudia Furlani, ex presidente: ci toglieremo altre soddisfazioni

Abbiamo intervistato Claudia Furlani, ex presidente della Vivace Grottaferrata.

Cosa ha rappresentato e cosa rappresenta per lei la Vivace Grottaferrata?

Il calcio per me è una grande passione e questa società mi ha permesso di realizzare negli anni i sogni che avevo da bambina. La Vivace continua ad essere il mio punto di riferimento e soprattutto mi permette di continuare a vivere il campo da gioco insieme ai ragazzi grazie al progetto di cui continuo a far parte.

Quali sono le soddisfazioni più grandi che si è tolta da presidente della società?

In questi anni sono state molte le soddisfazioni che abbiamo ottenuto. Dal punto di vista sportivo ricordo con enorme gioia e soddisfazione la promozione in prima categoria ottenuta all’ultima giornata dopo un avvincente campionato. Ma sicuramente la mia soddisfazione più grande è quella di aver onorato la memoria di mio fratello Stefano intitolandogli questa gloriosa società.

Cosa pensa dei recenti cambiamenti avvenuti nella società?

Nel mondo del calcio i cambiamenti sono all’ordine del giorno e mai come in questo periodo storico è necessario creare nuove sinergie per migliorare costantemente.

Quale augurio si sente di fare alla nuova proprietà della Vivace?

Innanzitutto di poter tornare a fare sport con serenità senza doversi più preoccupare di tutte le limitazioni dovute a questa inaspettata pandemia. È stata una stagione complicata ma sono sicura che avremo l’opportunità di toglierci ulteriori soddisfazioni con questa storica società.

post

Il presidente Franco Nicolanti: faremo una grande squadra

Abbiamo intervistato il nostro presidente Franco Nicolanti, con il quale abbiamo affrontato a trecentosessanta gradi le questioni più rilevanti per il futuro della Vivace.

Come è stata la stagione appena trascorsa? E’ stato difficile gestire la società in tempo di pandemia?

La stagione appena trascorsa è stata molto difficile. A settembre ci siamo adeguati alle disposizioni della Federazione, investendo anche soldi, ma poi i campionati e le attività sportive sono state fermate. Abbiamo lasciato aperto uno dei due campi per permettere ai ragazzi di poter fare sport, ovviamente nel rispetto del divieto di assembramenti. La scuola calcio all’inizio si è fermata, ma poi, su richiesta di alcuni genitori, sono riprese le attività. Per quanto riguarda i contagi, non ci sono state problematiche legate all’attività sportiva, bensì alla scuola: ogni volta che vi era un caso di positività nella scuola si è dovuta interrompere anche l’attività della scuola calcio.

Quali sono gli obiettivi per la prossima stagione?

Avendo preso la Vivace nello scorso anno, da presidente posso dire che questo è per noi un “anno zero”. Ringrazio l’ex presidente Claudia Furlani, che ringrazio per essere stata sempre vicina alla società. Abbiamo rilevato che il livello degli allenatori era amatoriale e quindi ci siamo adoperati per mettere in atto una rivoluzione della struttura tecnica e operativa. Insieme al vicepresidente Piero Ronci e al direttore tecnico Marco Peverieri, stiamo lavorando sul ruolo dell’allenatore come figura che insegni prima l’educazione e poi il “giocare a pallone”.
In merito alla scuola calcio, ringrazio per il lavoro svolto fino ad oggi Roberto Pompili. Stiamo cercando di migliorare anche in questo settore, nonostante nella scorsa stagione sia quello che ha funzionato meglio. Faremo inoltre una grande squadra per affrontare il campionato di Promozione e passare in Elite. Sarà un anno importante e al tempo stesso delicato, nel quale consolideremo la società e cercheremo di migliorare i rapporti con l’Amministrazione comunale.

Sull’utilizzo dei campi sportivi c’è stata un po’ di confusione. Può fare chiarezza?

Siamo in sintonia con l’Amministrazione comunale. Abbiamo presentato già due progetti per la riqualificazione del campo dei Rogazionisti ed il terzo verrà presentato in questi giorni. Abbiamo incaricato a presentare il progetto lo Studio Procaccini: abbiamo scelto un professionista di Grottaferrata per tutelare i cittadini, gli imprenditori e i lavoratori del territorio. Inoltre, siamo in attesa dall’Amministrazione per la realizzazione del manto sintetico del campo comunale, che dovrebbe avvenire ad agosto. Già il Comune ha ristrutturato gli spogliatoi e i bagni, che versavano in uno stato di degrado. C’è ancora molto da fare e speriamo che l’Amministrazione sia vicina alla Vivace, al fine di garantire un futuro migliore agli atleti di Grottaferrata.
Abbiamo deciso insieme ad alcuni protagonisti del territorio di dare vita, con il patrocinio del Comune, ad un libro sulla storia della Vivace con aneddoti ed immagini. La Vivace Grottaferrata è l’unica società con la prima squadra e con una sua storia presente sul territorio. Voglio precisare che ho fuso le due precedenti società concordandolo con l’Amministrazione comunale, proprio per fare chiarezza. Prima di acquisire la società sono stato presidente per tre anni a Frascati, dove ho trasformato la società del posto in Lupa Frascati, che ora milita in Eccellenza. Ho deciso poi di spostarmi a Grottaferrata anche perché è la città dove vivo da sedici anni.
La nostra società è aperta a tutti i soggetti per dare ai ragazzi di Grottaferrata un futuro degno dell’importanza della città in cui vivono. Anche se può sembrare un’utopia, spero, senza voler fare polemica, che la politica rimanga fuori dalla gestione dello sport salvaguardando gli interessi della comunità.

post

La storica segretaria Michela Palozzi: abbiamo un team di alto livello

Abbiamo intervistato un pilastro della Vivace Grottaferrata, la storica segretaria Michela Palozzi.

Cosa rappresenta per lei la Vivace Grottaferrata?

La Vivace rappresenta una parte del mio cuore, questa storica maglia è stata indossata da mio padre, dai miei zii e cugini. I colori sono quelli della nostra cittadina dove sono felicemente cresciuta.

E’ stato difficile portare avanti il lavoro durante la pandemia?

Durante la pandemia ho capito che siamo un punto di riferimento per tante famiglie. I ragazzi avevano bisogno di fare sport, di vedere i propri compagni e di confrontarsi tra loro.

Cosa pensa dei cambiamenti recenti che hanno interessato la Società?

La nostra Società di recente ha subito dei cambiamenti e altri sono in corso. Finiscono dei cicli ne iniziano altri, è fisiologico. Abbiamo preparato un team di alto livello, profili interessanti che stanno lavorando in sinergia.

Quali sono gli obiettivi che si sta prefiggendo la Vivace?

Vorremmo rivedere in campo tantissimi bambini e dimenticare insieme a loro questo brutto periodo il prima possibile. Lo staff sta lavorando per affrontare un bel campionato di Promozione in Prima Squadra e per far crescere il nostro settore giovanile. Quest’anno festeggeremo cento anni di storia della nostra Società ed il Presidente sta già pensando ad una serie di eventi per onorare nel migliore dei modi l’importante ricorrenza.

post

Paolo Buzi (responsabile della prima squadra): l’obiettivo è raggiungere i migliori risultati valorizzando i giovani

Abbiamo parlato della stagione appena conclusa e della prossima con Paolo Buzi, responsabile della prima squadra della Vivace Grottaferrata.

Ci può tracciare un bilancio della stagione appena conclusa?

Per quanto riguarda la prima squadra, la stagione scorsa, a causa del covid 19, si è interrotta nel nostro migliore periodo. Stavamo crescendo sotto tutti i punti di vista, sia atletico che tecnico-tattico, anche perché la squadra e lo staff avevano subito un cambiamento interno. Per fortuna il peggio sembra essere passato, quindi la nuova presidenza avrà modo di mettere in atto le proprie idee per raggiungere gli obiettivi prefissati: seguire il percorso di crescita di ogni ragazzo dal settore giovanile alla prima squadra. Una particolare attenzione sarà data al settore agonistico e a tal fine abbiamo già scelto delle ottime figure dal punto di vista strategico per i nostri traguardi. I nostri nuovi tecnici, infatti, già sono al lavoro.

Quanto è stato difficile portare avanti l’attività sportiva durante l’emergenza sanitaria?

E’ stato doveroso portare avanti l’attività. Per i ragazzi l’attività sportiva era l’unica fonte di divertimento e spensieratezza. Vederli sempre presenti al campo ci ha dato lo stimolo a superare le notevoli limitazioni imposte dal protocollo di sicurezza anti covid 19.

Quali sono gli obiettivi per la prossima stagione?

Raggiungere il massimo del risultato con la prima squadra valorizzando il più possibile i nostri giovani.

Quanto è importante il settore giovanile per la Vivace Grottaferrata?

E’ fondamentale, i giovani sono il nostro patrimonio che va preservato e valorizzato. Mi lega a questi ragazzi un forte affetto maturato in questi anni e l’opportunità di seguirli quest’anno più da vicino mi rende orgoglioso.

post

Progetto di ristrutturazione del Campo dei Rogazionisti

La Vivace Grottaferrata ha presentato all’Amministrazione comunale di Grottaferrata ad ottobre del 2020 il progetto di ristrutturazione del Campo dei Rogazionisti.

Il progetto, nello specifico, prevede la realizzazione di una palestra coperta con tensostruttura, tre campi da paddle e un campo da calcio a 5.

L’Amministrazione comunale non ha mai dato risposta al progetto presentato dalla Vivace Grottaferrata, che nelle scorse ore ha sollecitato il Comune al fine di avere un riscontro che speriamo possa arrivare quanto prima.

post

Mister Gioacchini: cambieremo metodologie di lavoro e di comportamento

Abbiamo intervistato Stefano Gioacchini, ex calciatore che ha militato anche in Premier League, oggi mister della prima squadra della Vivace Grottaferrata.

Cosa rappresenta per te la Vivace Grottaferrata?

La Vivace rappresenta una comunità di ragazzi, verso i quali sento il dovere di fissare come obiettivo l’approdo in prima squadra. Spero che i nostri ragazzi possano crescere e arrivare ai massimi livelli, è il sogno di ogni allenatore.

Quali sono gli obiettivi per la prossima stagione?

In accordo con il presidente Nicolanti ed il direttore tecnico Peverieri, abbiamo l’obiettivo di creare un ambiente sano e corretto, tale da essere da esempio per tutti i nostri ragazzi. Poi la classifica è la conseguenza di come si lavora. Vogliamo un ambiente sano e pulito per tutti i ragazzi, dai più giovani ai più adulti. Soprattutto dopo la pandemia, vogliamo ricreare i valori dello sport, che rischiano altrimenti di andare persi.

In che modo metti la tua esperienza internazionale a disposizione della Vivace Grottaferrata?

Ho giocato in tutte le categorie, anche nelle nazionali giovanili fino all’under 18. Mentre come allenatore ho avuto la fortuna di stare all’accademia del Manchester City nel recente passato. Dobbiamo mettere a disposizione la nostra conoscenza per indirizzare i ragazzi nel modo giusto. Dobbiamo investire sui ragazzi. Nella prima squadra cercheremo di cambiare metodologie di lavoro e comportamentali, ad esempio nel modo in cui ci si rapporta con gli arbitri. Il rispetto è il primo insegnamento per tutti i ragazzi.